lunedì 28 maggio 2018

Yellowpaperman

L'utilizzo della carta come materiale per creare sculture, risale a tempi antichissimi circa XI sec. in Giappone con gli origami. Gli origami in antichità erano un modo per essere in contatto con le divinità. Difficilmente oggi si ritrova gente con una grande pazienza, ferma a piegare o ritagliare fogli per creare forme. La liquidità della società ci impone altri ritmi. Invece c'è chi molte volte per amore della carta e cartone, si ferma e crea. Gianluca de Pinto, Pugliese di Molfetta, 39 anni Laureato in storia dell'arte all'università del Salento. Fin da piccolo ha frequentato botteghe artigiane in cui ha imparato a lavorare il legno, vetro e ceramica. Dai materiali più duri come per appunto il vetro e la ceramica è passato ad utilizzare quelli più fragili, la carta. Molti lo definiscono un "Paper artist" ma lui si riconosce più come "uno sperimentatore delle potenzialità creative insite nella fragilità dei materiali cartacei", prendendo ispirazione per ideare dalla sua terra. Attualmente lavora come scenografo, allestitore  e decoratore. Ma vorrei subito mostrarvi i suoi capolavori, scoperti da me per un fortuito caso in Instagram.















lunedì 16 aprile 2018

NICOLA INDELICATO FW18/19


Nicola Indelicato per la collezione Autunno/Inverno 2018/19 rende omaggio alle tradizioni della sua terra : la Sicilia. Si ispira al "rituale del lutto" durante il quale le "dame del pianto" sono riunite intorno alla persona defunta vestite di veli e pizzo nero. Dopo la cerimonia tutti si riuniscono per un momento di festa. Collezione duale questa: una molto scura, drammatica, nostalgica fatta di velo nero, pizzi. L'altra colori, ricami, dettagli dorati e paillettes. Nicola fantastica ed ambienta questa collezione in un hotel anale, un luogo sognante porno 1980 dove ognuno può essere realmente quello che è, senza limiti.































mercoledì 7 febbraio 2018

TWENTY FOURHAITCH SS18

Una donna post-moderna, del terzo millennio, che non conosce orari, senza stereotipi. Una donna che crea tendenze. A questo si ispira Twenty Fourhaitch per la Primavera/ Estate 2018.
Quello che cerca di fare è avere un unico mood, capace di caratterizzare lo stile in qualsiasi momento della giornata, che sia per brief di lavoro, un aperitivo, un caffè. La collezione è composta da 30 modelli in cui è protagonista la spiritosa ventiquattrore icona del brand, riproposta in più chiavi: dalla minimal chic dove troviamo Bea e Mini Bea, alla sofisticata Bea Stone e Mini Bea Stone fino alla più glamour rock Bea Rock. Mini Bea Rock e Cameron. Non vanno dimenticati i modelli con i manici e tracolla intercambiabili Nicole, Demi, Julia. Altri interessanti modelli sono la Meg e la Scarlett, Winona, Dakota, Alice. per terminare con le clutch e mini borse con preziose  pietre di cristallo Michelle, Victoria, Marlene. Tutta la linea è realizzata in ecopelle con materiali ricercatissimi.